Home Regolamento d'Istituto Reg.to contratti-prestazioni d'opera
16 | 02 | 2019
contratti e prestazioni d'opera

 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

I.T.C.G.S.  “PAOLO TOSCANELLI ”

00122 Roma Lido – Via delle Rande, 22 - XXI Distretto

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - sito web:www.itcstoscanelli.it

Sede centrale Tel. 065684903 – Fax 0656000338

 Sede succursale Via Capo Sperone, 52 – Roma 00122

C.F. 80196290581 

ESTRATTO DEL VERBALE DEL CONSIGLIO D’ISTITUTO DEL 22/09/2011

 

Il giorno 22/09/2011, alle ore 17.00, si è riunito il Consiglio d’Istituto per discutere il seguente o.d.g.:

 

---------------------------------OMISSIS----------------------------------

Sono presenti il D.S Maddalena Venditti , il Presidente del C.d.I sig.Antonio Buò

Risultano presenti i seguenti consiglieri:

componente prof.ri Chiarolanza, Zanichelli, Mosca, Morella,Adinolfi, Romagna

componente studenti Renna, Cucci, Carannante

E’ presente alla riunione, per relazionare sugli argomenti di natura amministrativo-contabile, il direttore dei Servizi generali ed Amministrativi Maurizio Cinelli

Constata la presenza del numero legale, il Presidente apre la seduta.

Il Presidente sig. Antonio Buò chiede di riformulare il Odg al punto 7 e succ. nel seguente modo:

----------------------------------OMISSIS--------------------------------------------

Il Consiglio approva e pertanto il nuovo Odg è il seguente:

------------------------------------OMISSIS------------------------------------------

8 .Approvazione regolamento per la disciplina di contratti di Prestazione d’opera

Si passa alla discussione del 8° punto all’o.d.g.

La D.s illustra il regolamento per la disciplina di contratti di Prestazione d’opera  e prosegue dicendo ai consiglieri che , come rappresentante legale dell’Istituto negozierà i contratti nel rispetto delle norme vigenti.

VISTO l'art. 21 della L.15 marzo 1997, n.59;

VISTO il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, ed in particolare gli artt. 8 e 9;

VISTO l’art. 33, comma “g” del D. M. 1° febbraio 2001, n° 44 del Regolamento concernente le “Istruzioni generali sulla gestione amministrativo – contabile delle istituzioni

scolastiche”;

 VISTO il D.I. n.44 del 1/2/2001 e in particolare l'art.40 contenente le norme relative al

conferimento dei contratti di prestazione d'opera per l'arricchimento dell'offerta

formativa;

VISTO l'art. 10 del D.L.vo 16 aprile 1994, n. 297;

VISTO il POF approvato dal Collegio dei docenti;

Il Consiglio approva all’unanimità.

DELIBERA N.109/8

Il regolamento è allegato al presente verbale

 

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI CONTRATTI DI PRESTAZIONE D’OPERA  

VISTI gli artt. 8 e 9 dei DPR 8/3/99, n.275;

VISTO l'art.40 dei Decreto Interministeriale n.44 dei 1/2/2001 con il quale viene attribuita alle

istituzioni scolastiche la facoltà di stipulare contratti di prestazione d'opera con esperti

esterni per particolari attività ed insegnamenti, al fine di garantire l'arricchimento

dell'offerta formativa;

VISTO l'art. 33 del Decreto Interministeriale n.44 dei 1/2/2001, con il quale viene affidata al

consiglio d'istituto la determinazione dei criteri generali per la stipula dei contratti di

prestazione d'opera per l'arricchimento dell'offerta formativa

VISTO art.7, comma 6, del Decreto Legislativo 165/2001 e succ. integrazioni

EMANA

Ai sensi dell'art. 40 dei Decreto interministeriale n.44 dei 1/2/2001 il seguente regolamento

che va a costituire parte integrante del regolamento d'istituto

Art.1 Finalità e ambito di applicazione

Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell'art.40 dei Decreto interministeriale n.44 del

1/2/2001, le modalità ed i criteri per il conferimento di contratti di prestazione d'opera per

attività ed insegnamenti che richiedano specifiche e peculiari competenze professionali,

nell'ambito della programmazione didattica annuale, al fine di sopperire a particolari e

motivate esigenze didattiche deliberate nel POF.

Art. 2 Requisiti professionali

2.l. Per i dipendenti del MPI (Docenti, ATA) il requisito è quello previsto per l’accesso ai ruoli per la propria disciplina. E’ requisito anche il possesso dell’autorizzazione concessa dal proprio

Dirigente Scolastico a svolgere la collaborazione per cui si concorre art.53 dei D.L.vo

30/3/2001, n.165 (da presentarsi prima della firma del contratto).

2.2. Per i non dipendenti del MPI è requisito essenziale il possesso di laurea o diploma

equipollente (D.I. 05/05/2004) come previsto dalle modifiche introdotte al D.Lgs. n. 165 del

2001 dal comma 76 della Legge Finanziaria per il 2008. Per l’incarico di Psicologa è richiesta

anche l’iscrizione all’albo. 

Art. 3 Pubblicazione degli avvisi di selezione

3.l. Il  Dirigente, sulla base della delibera dei progetti da inserire nel piano dell'offerta formativa (POF) per l’anno scolastico successivo da parte del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’Istituto, individua le attività e gli insegnamenti per i quali possono essere conferiti contratti ad esperti esterni e ne dà informazione con uno o più avvisi da pubblicare all'albo ufficiale della scuola e sul proprio sito web o altra forma di pubblicità ritenuta più opportuna.

3.2. Gli avvisi dovranno indicare modalità e termini per la presentazione delle domande, i titoli

che saranno valutati, la documentazione da produrre, nonché l'elenco dei contratti che

s'intendono stipulare. Per ciascun contratto deve essere specificato:

• l'oggetto della prestazione;

• la durata dei contratto: termini di inizio e conclusione della prestazione;

• il corrispettivo proposto per la prestazione.

3.4. Ciascun aspirante in possesso dei requisiti, nel termine che sarà stabilito dal Dirigente

scolastico, può presentare domanda alla scuola ai fini dell'individuazione dei contraenti cui

conferire il contratto.

 Art.4  Determinazione del compenso

4.l. I criteri riguardanti la determinazione dei corrispettivi per i contratti di cui al presente

regolamento saranno da tabelle corrispondenti.

4.2. Nell'ambito di detti criteri, il Dirigente scolastico, determina annualmente il corrispettivo di

riferimento per i singoli contratti conferiti.

Art.5  Individuazione dei contraenti

5.l. I contraenti cui conferire i contratti sono selezionati dal Dirigente Scolastico mediante

valutazione comparativa.

5.2. La valutazione sarà effettuata sulla base dei seguenti titoli:

-          Curriculum complessivo dei candidato;

-          Titoli culturali e accademici;  

-          Titoli di servizio ed esperienze specifiche e coerenti con la tipologia del progetto;

-          Capacità organizzative e relazionali;

-          Congruenza dell'attività professionale svolta dal candidato con gli specifici

             obiettivi formativi dell'insegnamento peri quali è bandita la selezione;

-          Continuità dell'attività professionale svolta presso l’ Istituto;

-          Costi contenuti;

Art.6  Stipula dei contratto

6.l. Il  Dirigente provvede, nei confronti dei candidati selezionati, , con determinazione motivata

in relazione ai criteri definiti con il presente regolamento e nei limiti di spesa dei progetto, alla

stipula dei contratto e alla copertura assicurativa.

6.2. Nel contratto devono essere specificati:

• l'oggetto della prestazione;

• la durata dei contratto: termini di inizio e conclusione della prestazione;

• il corrispettivo proposto per la prestazione.

6.3. Per i titolari dei contratti deve essere previsto l'obbligo di svolgere l'attività di

progettazione e verifica del progetto.

6.4. La natura giuridica dei rapporto che s'instaura con l'incarico di collaborazione esterna è

quello di rapporto privatistico qualificato come prestazione d'opera intellettuale.

La disciplina che lo regola è, pertanto, quella stabilita dagli artt.2222 e seguenti del codice

civile.

6.5. I contratti di cui al presente regolamento rientrano nella fattispecie dei contratti a

progetto o di prestazione d’opera occasionale e sono assoggettati al corrispondente regime

fiscale e previdenziale, in dipendenza anche della posizione dei contraenti e non danno luogo a

diritti in ordine all'accesso nei ruoli della scuola.

6.6. I contratti di cui al presente regolamento non possono avere durata superiore all'anno

scolastico e sono rinnovabili.

6.7. Non sono rinnovabili i contratti oggetto di risoluzione o di recesso.

Art. 7 Impedimenti alla stipula dei contratto

I contratti con i collaboratori esterni possono essere stipulati, ai sensi dell'art.32, comma 4, del

Decreto Interministeriale n.44 del 1/2/2001, soltanto per le prestazioni e le attività:

• che non possono essere assegnate al personale dipendente per inesistenza di specifiche

competenze professionali;

• che non possono essere espletate dal personale dipendente per indisponibilità o coincidenza

di altri impegni di lavoro;

• di cui sia comunque opportuno il ricorso a specifica professionalità esterna.

Art. 8 Autorizzazione dipendenti pubblici e comunicazione alla funzione pubblica

8.1. Ai fini della stipula dei contratti disciplinati dal presente regolamento con i dipendenti di

altra amministrazione pubblica è richiesta obbligatoriamente la preventiva autorizzazione

dell'amministrazione di appartenenza di cui all'art.53 dei D.L.vo 30/3/2001, n.165.

8.2. L'elenco dei contratti stipulati con i soggetti di cui al comma precedente è comunicato

annualmente al dipartimento della funzione pubblica entro termini previsti dall'art.53, commi

da 12 a 16 del citato D.L.vo n.165/2001. 

Art. 9 Rescissione del contratto

9.1. L’Amministrazione si riserva il diritto di verificare in ogni momento l’adeguatezza del

servizio prestato dal soggetto aggiudicatario. Nel caso di inadempienze e inadeguatezza dei

servizi offerti, l’Amministrazione intimerà al soggetto affidatario di adempiere a quanto

necessario per il rispetto delle specifiche norme contrattuali dapprima a voce e quindi a mezzo

di raccomandata A.R.

9.2. Nell’ipotesi in cui il soggetto affidatario non dovesse provvedere tempestivamente o

comunque nei tempi indicati, l’Amministrazione si riserva di richiedere la risoluzione del

contratto senza oneri aggiuntivi rispetto alle prestazioni fino a quel momento erogate e

liquidate.

Art.10 Proprietà delle risultanze

Tutti i prodotti realizzati, quali elaborati, relazioni ed ogni altra documentazione, sono di

proprietà esclusiva dell’Amministrazione scolastiche, restando pertanto assolutamente precluso

al soggetto affidatario ogni uso o divulgazione anche parziale dei prodotti realizzati senza

autorizzazione preventiva.

Art. 11. Norma di rinvio

Per quanto non sia specificamente contenuto nel presente Capitolato d’Oneri e nel bando di

gara si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative.

 

 

 

La seduta viene tolta alle 19.45

F.to Il segretario                                                                               F.to il Presidente

Prof.ssa Mosca                                                                                   Antonio Buò